Equos Mondo Galoppo 18 – L’Estran cala il poker nel Merano

venerdì 30 Settembre 2022
1 minuto di lettura

Castrone baio di nove anni, figlio di Linda’s Lad e Lesoquera, comprato a reclamare per 24 mila euro in Francia, nel 2018 e, ora, sempre più nella leggenda del Gran Premio Merano, vinto per la quarta volta di fila, domenica 25 settembre 2022: L’Estran, con l’inseparabile interprete Josef Bartos, ha respinto l’attacco di First Of All, dimostrandosi imbattibile sui cinquemila metri, disseminati di 24 difficilissimi ostacoli, del Gruppo 1, giunto all’ottantatreesima edizione.
Nella diciottesima puntata di Equos Mondo Galoppo, Filippo Brusa intervista non solo il fantino ceco, appena tornato in sella dopo un infortunio alla spalle, ma anche gli altri protagonisti di un successo storico: l’allenatore Josef «Pepi» Vana, connazionale di Bartos, il proprietario Josef Aichner, immobiliarista altoatesino, e suo figlio Devid.
In apertura di trasmissione, Marco Vizzardelli, giornalista di Equos Trotto & Turf, introduce nel «tempio dell’ostacolismo italiano», gestito, dal 2013, dalla famiglia Martone: le voci di Gianni, presidente della Merano Galoppo, e della figlia Clara, si susseguono dopo l’intervento di Kristian Ghedina, ex sciatore alpino, ospite per la prima volta all’ippodromo di Maia, e non mancano le parole di Arno Kompatscher, presidente della Provincia autonoma di Bolzano.

FB in breve

Filippo Brusa, giornalista professionista, autore e conduttore televisivo, promuove iniziative editoriali legate all’ambito culturale, sportivo ed enogastronomico, applica il giornalismo come strumento per comprendere il mondo e lotta contro ogni censura, contro l’ipocrisia del politically correct, contro il mostro soffocante del luogo comune e contro la sopraffazione del «pensiero unico».

Seguimi

Archivi

Risali

Non perderti