Equos Mondo Galoppo 7

venerdì 24 Giugno 2022
1 minuto di lettura

Domenica 19 giugno 2022, nel Grand Handicap de Lamorlaye, a Chantilly, Rosario Mangione ha vinto in sella alla femmina Creative (Mastercraftsman), quotata 35/1. La prima parte della settima puntata di Equos Mondo Galoppo è proprio dedicata al fantino siciliano, che lo scorso 12 maggio ha compiuto 27 anni e dal 2019 si è trasferito stabilmente in Francia, dove collabora con diversi allenatori, fra cui Alessandro Botti, presente in trasmissione attraverso un breve messaggio di congratulazioni per la brillante affermazione del giovane jockey.
Da un promettente talento a uno dei fantini più vincenti e amati del galoppo italiano: nella seconda parte della trasmissione, Filippo Brusa accoglie Antonio Di Nardo, campione anche in fatto di onestà, che, alla soglia degli 82 anni, rivive la sua brillante carriera, abbracciando idealmente Mario e Gaetano Benetti, gli allenatori con cui ha ottenuto sfavillanti successi, accarezzando Sirlad, il «sauro volante», interpretato sempre in maniera impeccabile, sciorinando aneddoti e mostrando gratitudine per Maria Sacco, da cui aveva lavorato dopo essersi ritirato dalle corse.
Ma per Tonino le gioie ottenute nell’arco di un’intera vita trascorsa in sella da protagonista  sono poca cosa rispetto a quelle che sta assaporando ora: «Io e mia moglie Michela abbiamo due bimbe belle, buone e brave: Giorgia ha tre anni e già mi dice di voler diventare una fantina, Giulia è più piccola e compirà due anni ad agosto. Non sono mai stato così felice».

FB in breve

Filippo Brusa, giornalista professionista, autore e conduttore televisivo, promuove iniziative editoriali legate all’ambito culturale, sportivo ed enogastronomico, applica il giornalismo come strumento per comprendere il mondo e lotta contro ogni censura, contro l’ipocrisia del politically correct, contro il mostro soffocante del luogo comune e contro la sopraffazione del «pensiero unico».

Seguimi

Archivi

Risali

Non perderti