Equos Mondo Galoppo 6

venerdì 17 Giugno 2022
1 minuto di lettura

L’essenza del «sogno americano» scorre nella sesta puntata di Equos Mondo Galoppo, che Filippo Brusa condivide insieme a Paolo Romanelli, firma di Equos Trotto&Turf e fondatore della scuderia Miami Ip, nata con l’intento di far correre in Italia cavalli statunitensi.
Se l’ultima parte della trasmissione è dedicata proprio a questo interessante sodalizio ippico, che Romanelli condivide con i soci Piero Salussolia e Luca Gattai, e nutre motivate speranze in Tequila Picante (Summer Front), interessante puledro vincitore al debutto sui mille metri in pista dritta di Napoli, venerdì 10 giugno 2022, l’inizio del programma si focalizza sul grande evento del galoppo americano, andato in scena sabato 10 a Belmont Park.
Davanti a oltre 46 mila spettatori paganti, Mo Donegal (Uncle Mo), interpretato dal portoricano Irad Ortis, ha centrato le Belmont Stakes, ultimo appuntamento della Triple Crown, davanti alla compagna di scuderia Nest (Curling), affidata al fratello maggiore del fantino vincitore, José. La brillante accoppiata di scuderia ha garantito una intensa soddisfazione all’allenatore Todd Pletcher e al proprietario Mike Repole, imprenditore con origini italiane di cui parla approfonditamente Romanelli.
Non manca un riferimento alle recenti aste di Ocala, città della Florida consacrata all’allevamento e all’allenamento dei cavalli da corsa.

FB in breve

Filippo Brusa, giornalista professionista, autore e conduttore televisivo, promuove iniziative editoriali legate all’ambito culturale, sportivo ed enogastronomico, applica il giornalismo come strumento per comprendere il mondo e lotta contro ogni censura, contro l’ipocrisia del politically correct, contro il mostro soffocante del luogo comune e contro la sopraffazione del «pensiero unico».

Seguimi

Archivi

Risali

Non perderti