Un medico in famiglia

13 Novembre 2020
1 minuto di lettura

Da ragazzino Micheal Cadeddu ha interpretato i panni di Ciccio Martini nella popolarissima fiction di Rai 1 «Un medico in famiglia».
Il suo vero papà, Pietro, faceva però il fantino e Miki ne ha ereditato il talento, scegliendo così di lavorare con i cavalli. Da qualche anno, vive in Germania insieme alla moglie Valentina Stefutti, amazzone da cui ha avuto un figlio nel 2019: Perseo.
Nell’ultimo fine settimana, Miki Cadeddu ha conquistato due prestigiose corse di Gruppo 3 in Italia: il St Leger, vinto sabato 7 novembre sui selettivi tremila metri di San Siro, in sella a Sir Polski, e il Premio Guido Berardelli, messo in tasca il giorno dopo sui 1800 metri delle Capannelle. Per la verità, in questa prova di spicco riservata ai due anni, erano passati per primi sul palo Bell’Imbusto e Fabio Branca, che sono stati retrocessi al terzo posto per aver danneggiato e compromesso un miglior piazzamento a My Westwood, terzo, poco dietro a Isfahani, la debuttante allenata da Henk Grewe e montata da Micheal Cadeddu.
Nella settantunesima puntata di Mondo Galoppo, l’ex stella della serie televisiva «Un medico in famiglia» racconta i suoi recenti successi a Filippo Brusa che, in collegamento da Miami, coinvolge anche Paolo Romanelli, il proprietario di My Westwood, portacolori della Scuderia Tirrenia, medico di fama ed erede di una delle più illustri dinastie del galoppo italiano: quella dei Regoli, formata dal bisnonno Luigi, dal nonno Luigi iunior, e dai prozii Federico e Antonio.

FB in breve

Filippo Brusa, giornalista professionista, autore e conduttore televisivo, promuove iniziative editoriali legate all’ambito culturale, sportivo ed enogastronomico, applica il giornalismo come strumento per comprendere il mondo e lotta contro ogni censura, contro l’ipocrisia del politically correct, contro il mostro soffocante del luogo comune e contro la sopraffazione del «pensiero unico».

Seguimi

Archivi

Risali

Non perderti