Trionfo Mondiale

venerdì 9 Ottobre 2020
1 minuto di lettura

La puntata numero 66 di Mondo Galoppo incomincia con un passo indietro di 16 settimane, ritornando cioè a venerdì 19 giugno, giorno in cui Cristian Demuro, già ospite di Filippo Brusa, aveva promesso di dedicare la sua eventuale vittoria nell’Arc de Triomphe anche alla trasmissione ippica di Rete 55.
Il fantino, che nel 2013 ha deciso di lasciare l’Italia, dove aveva debuttato nel 2009, per trasferirsi in Francia, ha onorato la promessa, conquistando, domenica 4 ottobre, in sella a Sottsass (Siyouni), la novantanovesima edizione della corsa di galoppo più prestigiosa del mondo, in scena sui 2.400 metri di Longchamp.
Il primo successo nell’Arc del venttottenne Cristian Demuro è davvero un «trionfo mondiale» e coincide pure con la prima affermazione nella classica parigina dell’allenatore Jean Cloud Rouget e dell’eclettico proprietario Peter Brant che, da ragazzino, bigiava la scuola con Donald Trump per andare all’ippodromo, come racconta Luigi Ferrarella, giornalista del Corriere della Sera in collegamento telefonico.

FB in breve

Filippo Brusa, giornalista professionista, autore e conduttore televisivo, promuove iniziative editoriali legate all’ambito culturale, sportivo ed enogastronomico, applica il giornalismo come strumento per comprendere il mondo e lotta contro ogni censura, contro l’ipocrisia del politically correct, contro il mostro soffocante del luogo comune e contro la sopraffazione del «pensiero unico».

Seguimi

Archivi

Risali

Non perderti