Uomini veri

19 Giugno 2019
1 minuto di lettura

S’intitola «Uomini Veri» la cinquantaquattresima puntata di BiancoRossiNews che mette in contatto Stefano Bettinelli, ex allenatore del Varese, capace di strappare la salvezza ai playout con il Novara, alla fine del campionato di Serie B 2013-2014, con Vincenzo Di Giovanni, ala biancorossa dal 1979 al 1985. I due si erano conosciuti da giocatori, durante le partite di metà settimana disputate dal Varese di Eugenio Fascetti, di cui era una bandiera Di Giovanni, contro la formazione degli Allievi, di cui faceva parte il sedicenne Bettinelli, stopper che marcava senza complessi e, anzi, con ruvido agonismo, le personalità di spicco della prima squadra.
Agli aneddoti dell’allenatore, pronto a rivivere i suoi trascorsi sulla panchina biancorossa ma anche gli esordi da giocatore, seguono i ricordi dell’ex ala sulla celeberrima sconfitta (3-2) di Roma con la Lazio, datata 6 giugno 1982. Quella partita poteva valere la Serie A per il Varese e alla domanda se tutti i biancorossi avessero onorato fino in fondo l’impegno, Di Giovanni risponde facendo un balzo di tre anni in avanti nel tempo e citando la sua ultima gara nel Varese, già condannato alla C1 e sconfitto 1-0 sul campo del Perugia il 16 giugno 1985: «Io mi ricordo bene che l’ultima partita che ho giocato col Varese, l’ho giocata a Perugia e io piangevo mentre tanta gente, tanti dirigenti ridevano, non dico altro».

FB in breve

Filippo Brusa, giornalista professionista, autore e conduttore televisivo, promuove iniziative editoriali legate all’ambito culturale, sportivo ed enogastronomico, applica il giornalismo come strumento per comprendere il mondo e lotta contro ogni censura, contro l’ipocrisia del politically correct, contro il mostro soffocante del luogo comune e contro la sopraffazione del «pensiero unico».

Seguimi

Archivi

Risali

Non perderti