Domenica 27 giugno, l’ippodromo di San Siro offre un programma imperdibile con due corse di Gruppo Tre – il Premio Primi Passi, per i puledri, e il Premio Del Giubileo, riservato alle femmine di 4 anni e oltre – e con il Gruppo 2 più caro ai milanesi: il Gran Premio di Milano, sui 2000 metri della pista grande, con un montepremi di 182 mila euro.
I purosangue al via sono solo sei, tre dei quali arrivano dall’estero: Wally, 4 anni di Jean Claude Rouget, che sarà montato da Cristian Demuro, e i due tedeschi Grocer Jack e Nubius di cui l’esperto Peter Franceschini parla approfonditamente durante la puntata numero 103 di Mondo Galoppo.
L’apertura della trasmissione, intitolata «Cogli l’attimo», è però dedicata da Filippo Brusa all’interprete del principale antagonista proposto dalle scuderie italiane agli avversari stranieri nel Gran Premio di Milano: Fabio Branca sarà in sella ad Attimo Fuggente, quattro anni della Incolinx allenato da Alduino Botti, brillante vincitore a Roma del Premio Presidente della Repubblica, il 23 maggio scorso.
La riunione milanese di domenica 27 giugno si chiude con un handicap, sui 1200 della pista dritta, intitolato alla memoria di Santiago Soto, fantino cileno morto nella notte fra lunedì 2 e martedì 3 settembre 2002, alla soglia dei 50 anni: Mondo Galoppo ricorda «el gringo» che aveva vinto 3.600 corse e 44 corse di Gruppo.