Face d’Amérique

5 Febbraio 2021
1 minuto di lettura

L’ottantatreesima puntata di Mondo Galoppo incontra il trotto e lo fa con cognizione di causa perché l’ultima domenica di gennaio, quella tradizionalmente dedicata al Grand Prix d’Amérique, giunto all’edizione del centenario, ha visto trionfare un trottatore di grande classe, francese ma appartenente all’italiana scuderia Bivans (impegnata anche nel galoppo): Face Time Bourbon, che sui 2.700 metri della pista in carbonella più famosa – quella parigina di Vincennes – si è imposto per la seconda volta di fila nella prestigiosa corsa, ben guidato dallo svedese Björn Goop, con cui ha centrato il record mondiale sulla distanza – 1’10″8 al chilometro – per un tempo complessivo di 3’11″.
Per celebrare questo storico bis – arrivato due decenni dopo quello dell’italianissimo Varenne – a segno nel 2001 e 2002 – Filippo Brusa incontra Antonio Somma, il proprietario di Face Time Bourbon che è rientrato nel galoppo affidandosi a Bruno Grizzetti, allenatore della sua Al Siq, figlia di Acclamation e Altezza Reale, pagata 116 mila euro alle aste Sga del 21 settembre 2019, ma anche di un altro purosangue, speranza della Bivans: il promettente Mercantini, fratellastro di Mac Mahon, vincitore del Derby 2017.

FB in breve

Filippo Brusa, giornalista professionista, autore e conduttore televisivo, promuove iniziative editoriali legate all’ambito culturale, sportivo ed enogastronomico, applica il giornalismo come strumento per comprendere il mondo e lotta contro ogni censura, contro l’ipocrisia del politically correct, contro il mostro soffocante del luogo comune e contro la sopraffazione del «pensiero unico».

Seguimi

Archivi

Risali

Non perderti