Nomen est omen

venerdì 24 Aprile 2020
1 minuto di lettura

«Nomen est nomen» («il nome è l’augurio») è il titolo della quarantaduesima puntata di Mondo Galoppo e si riferisce all’ospite Luca Gentilini, ex manager di galoppo che sceglie i nomi dei purosangue allevati da Dioscuri ed Effevi e, in passato, ha collaborato con fantini di talento, come Umberto Rispoli, recentemente approdato negli Stati Uniti.
La trasmissione di Filippo Brusa si occupa pure di attualità e l’opinionista tecnico Gian Marco Zanzi celebra non solo la vittoria di Merneith (American Pharoah), a segno con oltre dieci lunghezze a Oaklawn Park, ippodromo di Hot Springs, in Arkansas, ma commenta anche le Mille e Duemila Ghinee giapponesi.

FB in breve

Filippo Brusa, giornalista professionista, autore e conduttore televisivo, promuove iniziative editoriali legate all’ambito culturale, sportivo ed enogastronomico, applica il giornalismo come strumento per comprendere il mondo e lotta contro ogni censura, contro l’ipocrisia del politically correct, contro il mostro soffocante del luogo comune e contro la sopraffazione del «pensiero unico».

Seguimi

Archivi

Risali

Non perderti