Tavolo di confronto

venerdì 7 Febbraio 2020
1 minuto di lettura

Enza Ferrari, ex fantina e allenatrice, il proprietario Emilio Affri, l’allenatore Emilio Premoli e Paolo Milan, lo scommettitore che aveva salvato Mastichino, infortunatosi alle Bettole nel 2005, sono ancora ospiti a Mondo Galoppo: dopo aver parlato, nella trentesima puntata, del rispetto per i cavalli, si soffermano ora sull’attualità dell’ippica italiana, con particolare attenzione alla realtà delle Bettole per cui il conduttore e autore del programma Filippo Brusa auspica un «tavolo di confronto» destinato a tutti gli operatori, con il coordinamento del giornalista Gian Marco Zanzi, opinionista tecnico della trasmissione.
Un frammento della trentunesima puntata è dedicato al ricordo della Tris andata in scena a Varese il 26 dicembre del 1996 e vinta da Amado Mio, grigio che, dopo aver messo in fila una serie di ultimi posti, dominò quella corsa truccata. L’esperto Otello Fancera sostituì all’ultimo il giovane fantino senese Ermanno Casasoli, rimasto a casa, ci fu una partenza invalidata, perché proprio Amado Mio rimase chiuso nella gabbia, mentre gli altri quindici purosangue in gara si facevano un giro di pista, senza risparmiarsi, e poi il cavallo allenato da Emilio Michelotti vinse con estrema facilità, in quel surreale Santo Stefano alle Bettole.
In seguito, Amado Mio venne squalificato e la vittoria fu assegnata a Ennio Quinto di Emilio Affri, che era arrivato secondo, guidato da Enza Ferrari.

FB in breve

Filippo Brusa, giornalista professionista, autore e conduttore televisivo, promuove iniziative editoriali legate all’ambito culturale, sportivo ed enogastronomico, applica il giornalismo come strumento per comprendere il mondo e lotta contro ogni censura, contro l’ipocrisia del politically correct, contro il mostro soffocante del luogo comune e contro la sopraffazione del «pensiero unico».

Seguimi

Archivi

Risali

Non perderti